venerdì 30 settembre 2016

Frasi celebri

Da bambino bevi una tazza di latte che ci potresti fare il bagno dentro, a 40 anni ti basta vedere una mucca e ti tocca correre al bagno.

Pintus, Forum Milano 2014

lunedì 26 settembre 2016

Triathlon Olimpico Peschiera

Il nuoto nel lago di Garda per poi risalire i bastioni della città, sono sicuramente la parte più suggestiva della manifestazione. Essendo una gara con scia consentita mi sono spremuto a fondo in acqua (tempo appena oltre la metà classifica), riuscendo finalmente a pedalare in un buon gruppo per tutti i 40 km, chiudendo a 38,6 km/h di media (89° tempo su 944 concorrenti) nonostante il percorso collinare. Anche la corsa la ho gestita bene chiudendo la gara soddisfatto e contento, soprattutto per il ristoro finale, con insalata di riso, pollo al curry e birra. (243° in 2.19.50)

giovedì 22 settembre 2016

Apertura stagione ciclocross

Probabilmente un poco in ritardo, ma con l'allenamento insieme agli esordienti e agli allievi è ufficialmente partita la stagione ciclocross 2016/2017. Percorso di allenamento molto più tecnico, lungo e tortuoso rispetto agli anni precedenti, e viste le piogge dei giorni scorsi, già leggermente scivoloso e fangoso. Sentire i freni che fischiano e la forcella che trema e sobbalza è stata una piacevole riscoperta.

giovedì 15 settembre 2016

Licantropia

La perfezione è stata rovinata dal cielo appena velato, che non ha permesso alla luna (quasi) piena di riflettere la sua luce sulle rocce, anche se, una volta in cima al Monte Grappa, qualche addensamento nuvoloso visto dall'alto rendeva molto suggestivo il paesaggio notturno. Salire il Monte Sacro al buio e nel silenzio è sempre una bellissima emozione; e la discesa, illuminata dal gruppeto di cinque amici, resta piacevole e sicura.

venerdì 9 settembre 2016

Rodaggio freni

A volte basta una pedalata di mezz'oretta, nata dall'esigenza di verificare che i nuovi freni fossero montati correttamente, per regalare emozioni inaspettate.

martedì 6 settembre 2016

I numeri di Grado

520 partenti maschi con 468 classificati sta a significare 50 ritiri, quasi il 10%, sintomo di una gara che, pur svoltasi interamente in pianura, ha fatto parecchie vittime, soprattutto nella frazione a piedi, con metà percorso nel lungomare sotto il sole dell'ora di punta. Sapevo di aver nuotato discretamente, dopo 4 anni di gare ho fatto anche i primi sorpassi in gara, ma il 213° tempo parziale sta ad indicare che sono uscito dall'acqua nella prima metà del gruppo, cosa che ritenevo quasi impossibile. Avevo scelto di spingere forte in bici (75° tempo assoluto) consapevole che avrei pagato un poco a piedi (125°), ma alla fine posso considerare questa gara come la mia migliore di sempre.

domenica 4 settembre 2016

Triathlon Olimpico Grado No Draft

Dopo una buona frazione in acqua parto subito pimpante in sella, e trascorso qualche chilometro mi rendo conto che la media è molto più alta di quanto mi aspettassi, così decido di insistere; paradossalmente il tratto in cui sono andato più piano sono stati i 4 km di pista ciclabile in cui era consentita la scia degli altri concorrenti. Per il resto testa a testa con un austriaco più grosso di me, con continue accelerazioni e scatti, anche per allontanarsi da piccoli gruppetti che tendevano a formarsi, e per (cercare di) togliersi dalla ruota chi cercava di approfittarne della mia scia. Certo dopo a piedi ho pagato un poco, soprattutto nel tratto lungomare esposto al sole, ma chiudere la frazione ciclistica (40 km) a 37,6 km/h di media è stata per me una grande soddisfazione. Ed anche questa volta per pochi secondi sono uscito dai primi cento (104° su 467).