sabato 31 dicembre 2016

Statistiche 2016

Con la gara di oggi si chiude il 2016, anno che mi ha visto alternare buone prestazioni a periodi di magra. I totali dicono 737 km corsi a piedi, 212 nuotati e 7895 km in bici (di cui 730 nel ciclocross). Ecco, forse la stagione nel fango, insieme alle gare di triathlon di settembre, mi hanno consentito di riscattare una primavera un poco deludente.

giovedì 29 dicembre 2016

Step

Splendido l'allenamento odierno: su e giù per i 20 gradini di una scalinata (peraltro anche ripida) per portare la slitta in cima alla discesa. Io ero esausto, ma i bambini si sono divertiti.

sabato 24 dicembre 2016

Freddo polare

Oggi fa decisamente troppo freddo per uscire alle 8.00 di mattina, meglio aspettare qualche oretta.

lunedì 19 dicembre 2016

Gara a Lovadina (TV)

La gara di ciclocross a Le Bandie è ormai diventata un classico, ripercorrendo il percorso del mondiale 2008. Il fondo ghiacciato presto si scalda diventando fangoso, ma altrettanto velocemente si asciuga compattandosi, lasciandomi indeciso fino all'ultimo sulla bici da utilizzare. Alla fine fortunatamente scelgo la nuova (con gomme da asciutto) ed ho così modo di apprezzare al meglio la precisione dei freni a disco, combattendo con il coltello tra i denti ed una lunga serie di sorpassi con una "vecchietto" che non ne voleva sapere di mollare. Chiudo 23° /34 ma grande onore ad Ottavio Paccagnella, 6 volte campione italiano nella seconda metà degli anni 80.

sabato 17 dicembre 2016

Ridley X-Night 50 disc

Nuova bicicletta con freni a disco, nata per il ciclocross ma con le ruote adatte la utilizzerò anche su strada.

giovedì 15 dicembre 2016

Colazione in famiglia

Colazione in famiglia: è molto facile capire dove ero seduto io questa mattina.

giovedì 8 dicembre 2016

Ciclocross del Ponte, Oderzo (TV)

Freddo cane (-2°C) e fondo ghiacciato in continua evoluzione, che non dava nessun riferimento sulla tenuta della bicicletta soprattutto in curva; partito indietro ho cercato di recuperare qualche posizione facendo a piedi diversi tratti del percorso intasati dai moltissimi concorrenti (71 partenti solo della nostra categoria !), poi mi sono stabilizzato in fondo ad un gruppetto pensando soprattutto a non commettere errori. Nel penultimo giro ho iniziato a spingere al massimo per rimontare, ma un inceppamento della catena sul ponte mi ha fatto perdere le ruote di chi mi precedeva; peccato perchè in meno di un minuto davanti a me c'erano ben 13 concorrenti. Alla fine 36° ed un pizzico di rammarico perchè probabilmente di poteva fare qualcosina meglio.

mercoledì 7 dicembre 2016

Frasi celebri

I miei giocatori sono liberi di fare quello che dico io.

Siniša Mihajlović, allenatore Torino Calcio, 2016

lunedì 5 dicembre 2016

Bella prova a Solighetto (TV)

Percorso di quelli che preferisco, con alternanza di tratti guidati e curve strette tra i piccoli dossi nel boschetto (dove ero più in difficoltà), lunghi rettilinei raccordati da curvoni veloci dove scaricare potenza (e qui invece volavo), discesa tecnica dove saper lasciar correre la bici e finale con rampa ed ostacoli da fare a piedi. Personalmente ottima prestazione, ho chiuso decimo e, anche se non li ho raggiunti, avevo a vista un gruppetto (6/7/8) di gente che solitamente sta molto più avanti di me. In realtà ho anche sbagliato il gruppo di partenza, quindi sono partito con 30 secondi di ritardo, ma ai fini della classifica non credo sarebbe cambiato nulla. Mi sono divertito tantissimo, quando si è in forma c'è proprio gusto a correre e si riesce a prestare attenzione ai particolari come il peso del corpo e la fluidità di guida, migliorando ulteriormente la prestazione.

venerdì 2 dicembre 2016

Bellezze stagionali

Certo le temperature si sono abbassate parecchio, ieri c'era anche un vento gelido che entrava nelle ossa, ad allenarsi nel ciclocross ci si sporca dalla testa ai piedi e pure le strade sono spesso infangate per il transito dei trattori che raccolgono il radicchio, ma certi tramonti di questa stagione...

giovedì 1 dicembre 2016

Frasi celebri

Se stai bene fisicamente non cadi e non fori nemmeno

Paolo Savoldelli, Giro d'Italia 2013

domenica 27 novembre 2016

Allenamento specifico

La forma fisica c'è, il meteo non promette nulla di buono, così per smaltire il post sbornia di ieri sera (pizza di classe di Linda, 3° elementare !) sono andato a giocare nel fango allenandomi soprattutto nelle curve strette, con sbandate, perdite di aderenza improvvise e pedalate a vuoto in accelerazione, sempre ricordando che non si curva con il manubrio ma con corpo. Viste le condizioni di equilibrio precario, ieri sera sarei andato fortissimo.

mercoledì 23 novembre 2016

Analisi post gara

Grazie ai dati registrati con il GPS ad un poca di pazienza si riescono ad analizzare i numeri per ricavarne dati decisamente interessanti, oltre a fare confronti con altri che hanno condiviso la loro registrazione satellitare della gara. La mia gara in se ha visto una partenza molto lenta, sono finito in coda al gruppo e sono rimasto imbottigliato in un paio di passaggi, oltre a cadere in discesa, perdendo così un minuto, davvero tanto per una gara durata meno di quaranta. Poi ho trovato un buon passo e nell'ultimo giro ho dato tutto, realizzando un buon tempo sul giro. Frazionando poi il percorso in vari settori ho avuto la possibilità di capire che mi sono difeso molto bene nei tratti più tecnici ed impegnativi, in uno risultando competitivo anche con i migliori atleti in assoluto. Nei lunghi rettilinei raccordati da curvoni veloci ho si perso, ma meno di quanto mi potessi aspettare, segno che la forza e la forma fisica non sono poi da buttare. Dove invece si è scavato un solco profondo rispetto agli avversari è stato nella parte guidata, nelle curve strette tra gli alberi, nelle frenate e nelle ripartenze. Ho l'ennesima conferma di quali siano i miei punti deboli; mi allenerò per migliorarmi, consapevole del fatto che la mia posizione in classifica non subirà variazioni.

lunedì 21 novembre 2016

Gara a Tezze sul Brenta (VI)

Percorso talmente bello ed impegnativo che, nonostante la fatica, al termine della gara ho fatto un giro supplementare scortando Paola Maniago, campionessa italiana amatoriale e vincitrice della categoria femminile. Curve ampie e rettilinei veloci alternati a tornanti stretti intorno agli alberi, rampe da affrontare sia in salita che in discesa dall'argine del Brenta, contropendenze, scale, mancava solo la sabbia per essere al livello delle gare del nord Europa. Partenza impacciata, con il primo giro decisamente lento, ma poi con strada libera ho preso un buon ritmo recuperando parecchie posizioni (18° al traguardo). Almeno oggi le donne son rimaste tutte dietro, ma ancora più grande la soddisfazione di alcuni passaggi in sella; un paio di anni fa su questo percorso avrei fatto parecchi tratti a piedi.

lunedì 14 novembre 2016

Gara a Salvatoronda (TV)

Ennesima gara asciutta e veloce, con qualche passaggio tecnico dove mi son difeso bene, come una serie di fossi, una piccola scalinata e due ostacoli ravvicinati, mentre, soprattutto nella seconda parte di gara, ero particolarmente lento nelle inversioni di marcia tra i filari di vigne. Ultimo giro alla morte, con gambe infuocate e fiato corto per cercare di raggiungere un concorrente: nonostante abbia messo 20 secondi in meno rispetto al resto della gara, non solo non lo ho raggiunto, ma ho anche perso due posizioni, chiudendo 20°/31.

domenica 13 novembre 2016

Frasi celebri

Gli ingenui non sapevano che l’impresa era impossibile, dunque la fecero.

Bertrand Russel, filosofo, 1930

martedì 8 novembre 2016

Che peccato...

Che peccato che non ci sia stata una gara oggi; dopo la castagnata di ieri avrei avuto quel surplus in accelerazione che mi avrebbe fatto guadagnare parecchie posizioni.

mercoledì 2 novembre 2016

Gli ostacoli di Fossona (PD)

Quasi 21 km/h di media (di solito si sta sui 17-18 km/h), la gara più veloce della mia carriera crossistica, in un circuito dove si spingeva anche nelle curve ampie, e le uniche parti tecniche erano concentrate nel boschetto, con una serie di inversioni di marcia e due ostacoli dove letteralmente volavo, recuperando parecchi metri sugli avversari. Gara conclusa con le gambe massacrate, perchè davvero non c'era un attimo di respiro, chiusa al 16° posto (su 25) perdendo all'ultima curva una battaglia a 3 durata tutta la seconda metà di gara.

domenica 30 ottobre 2016

Anima e corpo

Weekend dedicato alla formazione spirituale a Crespano, ma una corsetta sui sentieri del Grappa all'alba sono riuscito a ritagliarmela. Partenza con il sole arancione che spunta dietro ai colli asolani, poi i raggi di sole che filtrano tra gli alberi, tratti in costa con il panorama che si apre fino al mare, 4 caprioli che mi tagliano la strada mentre sto scendendo dall'altro versante, verso il Santuario Beata Vergine del Covolo. Emozioni forti, vere e vive, anche se il meglio per lo spirito doveva ancora arrivare.

martedì 25 ottobre 2016

Fotografie

A volte basta una foto ben riuscita per rivivere nella propria mente un'ora di fatica ed emozioni. Complimenti a Moreno (flickr.com/b_moreno).

lunedì 24 ottobre 2016

La gara di Monfumo (TV)

Gara corsa sempre al limite su un percorso decisamente impegnativo, con continui saliscendi sulla collina, e diversi tratti con pendenza laterale che richiedevano la massima attenzione. Il circuito era piuttosto corto, ed il numero di partecipanti decisamente alto (sia di numero che di livello), quindi era un continuo sorpassarsi per la conquista della posizione ma anche nei confronti dei doppiati. 21° al traguardo su 31 della mia categoria, ma soprattutto un'ora di splendida battaglia con altri due concorrenti. Certo, sono arrivato ultimo nel terzetto, ma adesso so chi tenere a riferimento per migliorare la posizione nelle prossime gare.

venerdì 21 ottobre 2016

Abbigliamento spaziale

Vestito così sono più adatto per un viaggio spaziale verso Marte o per un allenamento di ciclocross in mezzo al fango e sotto la pioggia ?

martedì 18 ottobre 2016

Scelta tecnica

Marco mi ha fatto notare che domenica ero praticamente l'unico ad attraversare a piedi il doppio passaggio sulla sabbia del campo da beach volley. La scelta tecnica è motivata dal fatto che, almeno una volta al giro, scendere dalla bici dovrebbe essere un obbligo; inoltre, nonostante la sabbia fosse bella compatta, ero effettivamente più veloce a piedi, ma soprattutto, era l'unico modo per mettere in mostra i muscoli.

lunedì 17 ottobre 2016

Luci ed ombre a Pozzolo

Fantastica la location del Bike Park Valle Verde, un piccolo angolo di paradiso in mezzo ai colli Berici, con un circuito incastrato tra i percorsi per MTB, downhill ed una gimcana per bmx. Percorso veloce e senza passaggi particolarmente impegnativi, dove occorreva tenere un buon passo costate, senza nessun cambio di ritmo. Io sono andato come un orologio (tempi sul giro praticamente identici: 6.15 - 6.12 - 6.10 - 6.14 - 6.14 - 6.14 - 6.04), sempre al limite, battagliando con diversi avversari, senza nessun intoppo, al punto che sono rimasto un poco deluso della posizione di classifica (16° su 21), ma sull'asciutto chi arriva dalla stagione di Mountain Bike e dalle gare in circuito in questo momento ha un passo decisamente superiore.

mercoledì 12 ottobre 2016

Fontana

Ho sempre sognato di avere una fontana in giardino: per avere acqua corrente sempre fresca, per il suo fascino antico, per il piacevole suono di sottofondo, e per trovare velocemente i fori sulle camere d'aria.

sabato 8 ottobre 2016

Montellomania autunnale

In compagnia di Mirko e David abbiamo pedalato il primo terzo del giro che ripercorre tutte le prese del Montello; sapendo che il giro sarebbe stato (relativamente) breve abbiamo tenuto il ritmo alto, così ne è venuto fuori anche un ottimo allenamento con dei bei fuori giri sulle pendenze più ripide di alcune prese. Nonostante la giornata grigia resto sempre affascinato dalla magia di questa collina, con le suo stradine (quasi tutte riasfaltate di recente) che si snodano tra agriturismi, prati, pascoli e boschi, ed i suoi panorami sul Piave e sulle prealpi trevigiane. Oltretutto ho anche trovato una castagna da tenere in tasca che tanto mi aveva portato bene lo scorso inverno.

giovedì 6 ottobre 2016

Alimentazione

Croste di pizza affogate nella cioccolata, subito prima di andare a letto: ecco perchè non sarò mai un atleta forte.

martedì 4 ottobre 2016

Inizia la stagione del ciclocross

Debutto stagionale a Buja (UD), su un percorso non particolarmente tecnico e piuttosto veloce, con curve spesso ampie dove bisognava essere bravi a non scivolare per non perdere velocità, ed un paio di tratti su una bella gimcana con dossi in sequenza e strette curve paraboliche. Partito in coda al gruppo (sorteggio) sono rimasto un poco imbottigliato nel primo giro, poi ho preso un bel passo e mi sono accodato al gruppetto delle due campionesse italiane femminili, staccandomi solo verso la fine per colpa di un concorrente che mi è caduto davanti. All'ultimo giro mi stavo avvicinando ad una coppia (certo, poi superarli sarebbe stato un altro discorso) quando ho rotto il cambio; 200 metri a piedi, cambio bici, un minutino regalato e gara conclusa in 17° posizione (su 26). Sotto una leggera pioggia, con fondo fangoso e scivoloso mi sono divertito parecchio, fisicamente non ero al limite e come tecnica si può migliorare parecchio.

venerdì 30 settembre 2016

Frasi celebri

Da bambino bevi una tazza di latte che ci potresti fare il bagno dentro, a 40 anni ti basta vedere una mucca e ti tocca correre al bagno.

Pintus, Forum Milano 2014

lunedì 26 settembre 2016

Triathlon Olimpico Peschiera

Il nuoto nel lago di Garda per poi risalire i bastioni della città, sono sicuramente la parte più suggestiva della manifestazione. Essendo una gara con scia consentita mi sono spremuto a fondo in acqua (tempo appena oltre la metà classifica), riuscendo finalmente a pedalare in un buon gruppo per tutti i 40 km, chiudendo a 38,6 km/h di media (89° tempo su 944 concorrenti) nonostante il percorso collinare. Anche la corsa la ho gestita bene chiudendo la gara soddisfatto e contento, soprattutto per il ristoro finale, con insalata di riso, pollo al curry e birra. (243° in 2.19.50)

giovedì 22 settembre 2016

Apertura stagione ciclocross

Probabilmente un poco in ritardo, ma con l'allenamento insieme agli esordienti e agli allievi è ufficialmente partita la stagione ciclocross 2016/2017. Percorso di allenamento molto più tecnico, lungo e tortuoso rispetto agli anni precedenti, e viste le piogge dei giorni scorsi, già leggermente scivoloso e fangoso. Sentire i freni che fischiano e la forcella che trema e sobbalza è stata una piacevole riscoperta.

giovedì 15 settembre 2016

Licantropia

La perfezione è stata rovinata dal cielo appena velato, che non ha permesso alla luna (quasi) piena di riflettere la sua luce sulle rocce, anche se, una volta in cima al Monte Grappa, qualche addensamento nuvoloso visto dall'alto rendeva molto suggestivo il paesaggio notturno. Salire il Monte Sacro al buio e nel silenzio è sempre una bellissima emozione; e la discesa, illuminata dal gruppetto di cinque amici, resta piacevole e sicura.

venerdì 9 settembre 2016

Rodaggio freni

A volte basta una pedalata di mezz'oretta, nata dall'esigenza di verificare che i nuovi freni fossero montati correttamente, per regalare emozioni inaspettate.

martedì 6 settembre 2016

I numeri di Grado

520 partenti maschi con 468 classificati sta a significare 50 ritiri, quasi il 10%, sintomo di una gara che, pur svoltasi interamente in pianura, ha fatto parecchie vittime, soprattutto nella frazione a piedi, con metà percorso nel lungomare sotto il sole dell'ora di punta. Sapevo di aver nuotato discretamente, dopo 4 anni di gare ho fatto anche i primi sorpassi in gara, ma il 213° tempo parziale sta ad indicare che sono uscito dall'acqua nella prima metà del gruppo, cosa che ritenevo quasi impossibile. Avevo scelto di spingere forte in bici (75° tempo assoluto) consapevole che avrei pagato un poco a piedi (125°), ma alla fine posso considerare questa gara come la mia migliore di sempre.

domenica 4 settembre 2016

Triathlon Olimpico Grado No Draft

Dopo una buona frazione in acqua parto subito pimpante in sella, e trascorso qualche chilometro mi rendo conto che la media è molto più alta di quanto mi aspettassi, così decido di insistere; paradossalmente il tratto in cui sono andato più piano sono stati i 4 km di pista ciclabile in cui era consentita la scia degli altri concorrenti. Per il resto testa a testa con un austriaco più grosso di me, con continue accelerazioni e scatti, anche per allontanarsi da piccoli gruppetti che tendevano a formarsi, e per (cercare di) togliersi dalla ruota chi cercava di approfittarne della mia scia. Certo dopo a piedi ho pagato un poco, soprattutto nel tratto lungomare esposto al sole, ma chiudere la frazione ciclistica (40 km) a 37,6 km/h di media è stata per me una grande soddisfazione. Ed anche questa volta per pochi secondi sono uscito dai primi cento (104° su 467).

giovedì 1 settembre 2016

Frasi celebri

Le masse saranno sempre al di sotto della media. La democrazia arriverà all'assurdo rimettendo le decisioni più importanti ai più incapaci. Sarà la punizione che dispensa l'ignorante di istruirsi, l'imbecille di giudicarsi, il bambino di essere uomo e il delinquente di correggersi. Il diritto pubblico andrà in pezzi perché non riconosce il valore, il merito, l'esperienza, la fatica individuale: culminerà nel trionfo della feccia e dell'appiattimento. L'adorazione delle apparenze si paga.

Henri Frederic Amiel, Frammenti di diario intimo, 1871

lunedì 29 agosto 2016

Triathlon Olimpico Lavarone (TN)

Nuoto in un laghetto di montagna, bicicletta con continui saliscendi nell'altopiano, corsa a piedi con lunghi tratti nel bosco e delle rampe che massacrano le gambe. Per me una buona prestazione, gestendo bene le prime due frazioni per poi spendere tutto ciò che era rimasto a piedi, soprattutto nel secondo giro, dove ho recuperato un sacco di posizioni. Se non avesi perso un minuto in bici per fare pipì sarei potuto entrare nei primi 100 (alla fine 105° su 268); per fortuna ai bisogni solidi avevo provveduto prima del via.

mercoledì 24 agosto 2016

Personal best

Nel film Meditarraneo il tenente Montini dichiara: "Volete requisire la barca al povero Aziz, affrontando un viaggio per andare a Rodi, pericolosissimo, di due giorni, senza cibo, senza nemmeno avere la certezza di arrivare, oppure volete restare ? Non voglio influenzare la vostra decisione". Stamane allenamento sulla distanza sprint in piscina in cui ho migliorato (di poco) il mio (modesto, 1h.07'.20") personale sulla distanza. Attualmente il mio limite è questo, e la domanda che mi pongo è: "Voglio seguire tabelle personalizzate con allenamenti intensi e sfiancanti, rinunciare al cibo spazzatura e agli spuntini notturni, al vino alla birra ed al rum, per guadagnare solo qualche posizione nella gare cui partecipo ? Oppure continuo a godermi tutto quanto ?"

lunedì 22 agosto 2016

L'età

Già, devo essere proprio vecchio per ridurmi così dopo una corsetta di mezz'ora.

mercoledì 17 agosto 2016

Passo 5 croci

Anche qui con la bici da ciclocross in un passo che non avevo più avuto modo di affrontare negli ultimi 15 anni. Tolta la parte centrale più ripida e sconnessa, la salita ha un fondo bello compatto e le pendenze non sono mai proibitive, sempre immersi nel bosco fino allo scollinamento proprio sotto le vette del Cima d'Asta. Per me ottima soddisfazione ripetere il tempo di quando avevo 30 anni, segno che adesso sono in ottima forma, oppure che da giovane ero molto più bravo di quel che credevo di essere. Oppure, visto che sono due affermazioni positive, sono vere entrambe.

lunedì 15 agosto 2016

Peschedada

Gara di corsa in montagna con poco allenamento specifico, ed è sempre un massacro per le gambe, soprattutto in discesa. Se in salita reggo il ritmo (camminando veloce nei tratti più ripidi), nell'unico chilometro quasi pianeggiante mi sembrava di volare, in discesa ho perso parecchie posizioni, ma mi son divertito parecchio riuscendo a portare a casa anche un discreto piazzamento (35° assoluto su 300 iscritti, 20° di categoria). Ma la parte più difficile è stata tornare a casa in bicicletta (un'ora con 6 km di salita), con le gambe che gridavano vendetta.

sabato 13 agosto 2016

Sentieri e strade forestali

Altro che mountain bike: per girare in un mix di sentieri, strade forestali, e qualche tratto asfaltato la bici da ciclocross di sta rivelando una piacevolissima sorpresa. In pianura si va quasi come con la bici da strada, in salita si difende benissimo, ed in discesa... bhe, lasciamo perdere ! Quest'estate ho deciso di portare con me la bici con ruote da sterrato, e sono tutt'altro che pentito della scelta, visto che sto ripercorrendo percorsi che affrontavo 20 anni fa, ma adesso riesco a godermeli veramente al meglio,

venerdì 12 agosto 2016

Monte Pavione

E' vero, non siamo arrivai proprio in cima, ma è stato comunque bellissimo trascinare i bambini in questa avventura in alta montagna. Cena e notte in baita senza elettricità, sveglia presto e camminata di un paio d'ore decisamente ripida e con alcuni passaggi probabilmente oltre le loro capacità, per arrivare a dominare tutte le montagne circostanti. Anche se la cosa che più li ha impressionati è stato trovare un cane (Brina, il cane del rifugio Vederna) capace di giocare a calcio.

lunedì 8 agosto 2016

La sella

La sella, rispetto agli altri componenti della bicicletta, merita sempre un'attenzione particolare: ciascuno ha una anatomia diversa, e non è detto che la sella tecnologicamente più evoluta vada bene per tutti. Per le mie esigenze si tratta di trovare il miglior compromesso tra rigidità per evitare sfregamenti e morbidezza per assorbire le vibrazioni e preservare la schiena. Non bisogna dimenticare un'altra regola basilare del ciclismo: ogni cambiamento va ponderato ed affrontato gradualmente. In sintesi: sella nuova acquistata su internet a 17 dollari spedita, cambio al volo e via a pedalare per 140 km (5 ore)... per fortuna mi è andata bene !

giovedì 4 agosto 2016

Allenamento in ferie

Domani vado in piscina e poi sistemo un pezzo di siepe. Anzi, prima taglio metà della siepe e poi vado a fare un bel giro in bici. Bhe, ormai sono a metà, a questo punto finisco in giardino e poi vado a correre. Ho finito ma non ho più energie, mi allenerò domani, tanto sono in ferie.

venerdì 29 luglio 2016

Fine allenamenti


Con quello di oggi si è chiusa la stagione degli allenamenti di gruppo in piscina. Tante vasche, bella compagnia, tante risate e lenti ma continui miglioramenti. Ma senza esagerare, perchè se poi divento troppo bravo non supero più nessuno in bicicletta ed a piedi.

sabato 23 luglio 2016

Hai voluto (dargli) la bicicletta ?

Programmo sempre l'uscita in maniera da gestire al meglio le forze, e se per caso vedo che ho ancora energie quando sto per arrivare a casa svuoto il serbatoio con una serie di scatti. Appena entrato in casa, Diego mi corre incontro chiedendomi di portarlo a fare un giro insieme in bicicletta. Le gambe, la schiena (ed il culo) gridano pietà, ma il cuore si riempie di gioia.

giovedì 21 luglio 2016

Frasi celebri

Il sogno è la ricchezza di chi non ha ciò che desidera

Marco Pastonesi, Una vita da gregario, 2004

lunedì 18 luglio 2016

Nuova compagnia sugli sterrati del Nevegal

Questo weekend mi sono aggragato a Vanny ed ai suoi amici Sandro, Enrico e Fabio per un bel giro sui colli trevigiani, quindi sul passo San Boldo e risalita al Nevegal dal versante meno noto, che include anche un paio di chilometri di strada sterrata. Compagnia bella agguerrita, e ritmo molto alto, soprattutto in pianura, dove io solitamente approfitto per rifiatare. Alla fine 5 ore e mezza con media molto alta, ma fantastica la sosta sul Nevegal dai genitori di Sandro, con pane e salame, coca cola, acqua e caffè. Da ripetere sicuramente, anche perchè i suoi genitori il prossimo weekend fanno lo spiedo...

mercoledì 13 luglio 2016

Un peso sullo stomaco

Questo peso sullo stomaco che mi tormenta, non mi lascia tranquillo, mi ingombra la testa. Sto anche pedalando da solo, non ho nessuno con cui confidarmi, a cui sfogare i miei dubbi e le mie perplessità. Ogni momento sembra inopportuno e inadeguato, finchè trovo questo campo di mais... e per fortuna avevo con un pacchetto di fazzolettini.

lunedì 11 luglio 2016

Alimentazione

Colazione e pranzo a buffet e bibite (compresa la birra !) libere ad ogni ora della giornata; è vero che ho fatto un poco di attività fisica, ma nulla di serio per quantità ed intensità rispetto a quanto sono abituato. Eppure in una settimana al mare sono dimagrito di un chilo. Questo deve farmi seriamente riflettere su quanto siano inopportuni gli spuntini prima di andare a letto (o nel cuore della notte).

mercoledì 6 luglio 2016

Gita ad Atri

Stamane il sole "picchiava" meno del solito e così ne ho approfittato per pedalare, ovviamente in salita. Chilometri e dislivello non hanno nulla di speciale, anche se, fatti con una bici da passeggio, la fatica è stata tutt'altro che trascurabile. Ma la strada che correva sul dorso della collina, consentendo panorami sulle vallate circostanti e sui caratteristici calanchi (piccole gole scavate dalla pioggia) mi ha fatto rimpiangere di non avere al seguito la bici da corsa. Raggiunto il centro storico di Atri, ditro front e giù in picchiata verso il mare per una bella nuotata.

martedì 5 luglio 2016

Che bella l'olandese

Non ho la bici al seguito, ma l'olandese dell'hotel non me la faccio scappare. Certo salire dal mare ai 250 mt del centro storico di Silvi con una bici senza cambio, con la sella bassa e le ruote sgonfie non è il massimo, ma i panorami verso il mare o verso le colline ripagano ampiamente la fatica. Ed in discesa ho perfino superato un anziano in mountain bike: ma lui aveva i freni, io no !

lunedì 4 luglio 2016

Riparazione

Da qualche tempo il Garmin aveva dei problemi di connessione al PC per scaricare i dati delle attività registrate. Dopo aver provato diversi reset che risolvevano il problema solo temporaneamente, mi sono deciso ad aprirlo, pulire i contatti con apposito spray e ripassare un paio di saldature. Non essendo in vendita le specifiche guarnizioni di ricambio ho sigillato il coperchio con il silicone (avevo in casa quello bianco, meno bello del trasparente, ma non è così importante...). Collaudato in mare già diverse volte senza alcun problema di infiltrazioni, e naturalmente i dati si scaricano senza problemi, così posso continuare a rendermi conto di quanto sono scarso !

mercoledì 29 giugno 2016

Frasi celebri

Non c'è cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo.

Bud Spencer, Chi trova un amico trova un tesoro, 1981

martedì 28 giugno 2016

Oltre le generazioni

Questi sono i quadretti sopra il letto di Diego da quando aveva 6 anni, perchè certe cose vanno oltre le generazioni.